Immagine correlata

Esprinet: approvato il resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019

Risultati al primo trimestre 2019

Ricavi da contratti con clienti: € 875,5 milioni (+12% vs € 781,3 milioni al primo trimestre 2018)

Margine commerciale lordo: € 40,8 milioni (+5% vs € 39,0 milioni al primo trimestre 2018)

Utile operativo (EBIT): € 6,7 milioni (+26% vs € 5,4 milioni al primo trimestre 2018)

Utile netto € 2,9 milioni (-14% vs € 3,4 milioni al primo trimestre 2018)

Posizione finanziaria netta al 31 marzo 2019 negativa per € 247,1 milioni

(vs Posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2018 positiva per 241,0 milioni)

Posizione finanziaria netta al 31 marzo 2019, esclusi effetti da applicazione nuovi principi1, negativa per € 168,6 milioni

(vs Posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2018 positiva per € 241,0 milioni)

Scarica il Comunicato Stampa Integrale

Risultati immagini per saes getters logo

RICAVI IN CRESCITA (+14,7%) E MIGLIORAMENTO DELL’UTILE NETTO DA OPERAZIONI CONTINUE

  • Fatturato consolidato pari a €43,1 milioni, in crescita del 14,7% rispetto a €37,6 milioni nel Q1 2018
  • Fatturato complessivo di Gruppo pari a €46 milioni, rispetto a €40,5 milioni nel Q1 2018 (+13,5%)
  • Utile industriale lordo consolidato pari a €18,2 milioni, rispetto a €16,1 milioni nel Q1 2018 (+13,2%)
  • Utile operativo consolidato pari a €4,7 milioni, rispetto a €4,2 milioni nel Q1 2018 (+11,1%)
  • EBITDA consolidato pari a €6,6 milioni (15,3% sui ricavi consolidati) rispetto a 6,1 milioni di euro nel Q1 2018 (16,2% dei ricavi consolidati)
  • Utile netto consolidato da operazioni continue pari a €3,2 milioni, in forte crescita rispetto a €1,9 milioni nel Q1 2018
  • Posizione finanziaria netta consolidata positiva per 224,1 milioni di euro al 31 marzo 2019

Il Consiglio di Amministrazione di SAES Getters S.p.A., riunito oggi a Lainate (MI), ha approvato i risultati consolidati relativi al primo trimestre 2019 (1 gennaio – 31 marzo). 

Scarica il Comunicato Stampa Integrale

Risultati immagini per terna logo

APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2019

  • Ricavi a 537,0 milioni di euro (523,1 milioni nel 1Q18, +2,7%)
  • EBITDA a 420,2 milioni di euro (409,3 milioni nel 1Q18, +2,7%)
  • Utile netto di Gruppo del periodo a 186,0 milioni di euro (182,7 milioni nel 1Q18, +1,8%)
  • Investimenti a 164,4 milioni di euro (141,6 nel 1Q18, +16,1%)
  • Indebitamento finanziario netto a 7.918,7 milioni di euro (7.899,4 milioni di euro al 31 dicembre 2018)

Roma, 9 maggio 2019 – L’Amministratore Delegato e Direttore Generale Luigi Ferraris ha illustrato i risultati del primo trimestre 2019, esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A. (“Terna”), riunitosi in data 8 maggio 2019 sotto la presidenza di Catia Bastioli.

Sono molto soddisfatto dei positivi risultati del primo trimestre dell'anno che confermano il virtuoso percorso di crescita già delineato nel Piano Strategico 2019-2023. La forte accelerazione impressa agli investimenti pone ancora una volta Terna al centro del processo di transizione energetica verso la completa decarbonizzazione e la piena integrazione in rete dell'energia prodotta da fonti rinnovabili. Attraverso questi investimenti prosegue, inoltre, il forte impegno di Terna nell'innovazione anche attraverso l'apertura di Innovation Hub sul territorio per favorire lo sviluppo di una rete sempre più sicura, resiliente e sostenibile” dichiara Luigi Ferraris, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna.

Scarica il Comunicato Stampa Integrale

Risultati immagini per terna logo

TERNA: DEPOSITO DOCUMENTAZIONE

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE CONSOLIDATO AL 31 MARZO 2019

Roma, 9 maggio 2019 - Si rende noto che il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2019, approvato dal Consiglio di Amministrazione di TERNA S.p.A. del giorno 8 maggio 2019 e non oggetto di verifica da parte della società di revisione, è a disposizione del pubblico presso la sede sociale, pubblicato sul sito internet della Società (www.terna.it) e sul sito internet del meccanismo di stoccaggio autorizzato "1Info" (www.1info.it) ed è altresì depositato presso la società di gestione del mercato Borsa Italiana S.p.A. (www.borsaitaliana.it). 

Scarica l'Avviso di Deposito Integrale

APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2019

09 MAGGIO 2019

APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2019: RICAVI IN CRESCITA DEL 13%, ORDINI PER EURO 6,5 MILIARDI CON 11 NAVI DA CROCIERA, CARICO DI LAVORO COMPLESSIVO ANCORA A LIVELLI RECORD PARI A EURO 34,3 MILIARDI

 

 

  • Ordini acquisiti per euro 6,5 miliardi, record storico di ordini nell’ambito cruise: firmati contratti per 11 navi da crociera in un solo trimestre per 5 brand diversi (Oceania, Regent Seven Seas Cruises, Viking, MSC, Princess), che si sommano all’ordine per una ulteriore unità da parte della US Navy nell’ambito del programma Littoral Combat Ship (LCS)
  • Carico di lavoro complessivo[1] pari ad euro 34,3 miliardi, circa 6,3 volte i ricavi del 2018: il backlog al 31 marzo 2019 è pari a euro 30,7 miliardi (euro 21,8 miliardi al 31 marzo 2018) con 104 navi in portafoglio e il soft backlog a circa euro 3,6 miliardi (circa euro 5,9 miliardi al 31 marzo 2018). Fincantieri consolida ulteriormente la propria leadership a livello mondiale e assicura al Gruppo e all’indotto visibilità pluriennale confermando la propria capacità di trasformare il soft backlog in ordini fermi
  • Ricavi in incremento del 13,0%: ricavi al 31 marzo 2019 pari a euro 1.385 milioni (euro 1.226 milioni al 31 marzo 2018)
  • Risultati di Gruppo: EBITDA pari a euro 90 milioni (euro 89 milioni al 31 marzo 2018), EBITDA margin 6,5% (7,3% al 31 marzo 2018), indebitamento finanziario netto[2] pari ad euro 505 milioni (euro 494 milioni al 31 dicembre 2018)
  • Consegnate 8 navi nel trimestre, tra cui due navi da crociera “Viking Jupiter” e “Costa Venezia” – la prima nave della compagnia italiana progettata appositamente per il mercato cinese – e una nave militare per la US Navy
  • Inaugurato lo stabilimento di Fincantieri Infrastructure e tagliata la prima lamiera del ponte sul fiume Polcevera
  • Continua l’impegno del Gruppo in ambito sostenibilità: il neo-eletto Consiglio di Amministrazione supera i requisiti normativi di rappresentatività di genere, avendo una equa rappresentanza dei generi maschile e femminile.

Leggi il Comunicato Stampa Integrale