Aedes Siiq si scinde, nasce Restart Siiq - MilanoFinanza.it

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI AEDES SIIQ HA APPROVATO

LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2020

EBITDA DI PERIODO IN LINEA CON IL 2019

ANCHE A FRONTE DI UNA RIDUZIONE DEI COSTI TOTALI

ADEGUAMENTI A FAIR VALUE NEGATIVI, LEGATI SOSTANZIALMENTE AL

PORTAFOGLIO DEVELOPMENT, PER GLI EFFETTI DELLA PANDEMIA SUI MERCATI:

CONSEGUENTI EFFETTI NEGATIVI SULL’EBIT DI PERIODO

RIDUZIONE DEGLI ONERI FINANZIARI GRAZIE AL MIGLIORAMENTO DELLA

STRUTTURA DEL DEBITO

  • Ricavi totali: €7,7 mln (€8,6 mln) 1
  • EBITDA in linea con il semestre 2019: -€0,4 mln (-€0,4 mln)
  • EBIT: negativo per €32,3 mln (negativo €2,5 mln), dovuto in gran parte agli adeguamenti al fair value di investimenti immobiliari per €26,7 mln (negativi €2,5 mln)
  • Indebitamento finanziario netto: €204,7 mln (€192,4 mln)
  • GAV consolidato €399,8 mln (€416,2 mln)
  • NNNAV per azione €7,57 (€8,79)

Milano, 5 agosto 2020 - Il Consiglio di Amministrazione di Aedes SIIQ S.p.A. (MTA: AED), riunitosi in data odierna ha approvato la Relazione Semestrale consolidata al 30 giugno 2020.

Scarica il Comunicato Stampa Completo

Leonardo: positiva risposta alla pandemia anche grazie al peso del business militare/governativo. Buona performance nel primo semestre 2020, con Ordini pari a € 6,1 miliardi. Nuova Guidance 2020 e piena fiducia nei fondamentali di medio-lungo periodo.

Risultati al 30 giugno 2020

 

Pronta risposta al COVID-19

  • Rapidi piani d'azione volti alla tutela dei dipendenti, del business e al supportare i clienti
  • Il business è resiliente a livello operativo
  • Positive azioni di mitigazione e piani di recupero

Benefici dal mix di business anche grazie al peso superiore del militare/governativo rispetto al civile più impattato

  • Confermata la tenuta del business militare/governativo
  • Confermata la rilevanza strategica nei mercati domestici
  • Impattato il business civile e le Joint Venture
  • Rallentate le consegne civili, l’esecuzione dei programmi e la produttività

Tenuta dei risultati del primo semestre 2020 di fronte ad una sfida senza precedenti

  • Buona performance commerciale: Nuovi Ordini pari a € 6,1 miliardi
  • Solidi Ricavi pari a € 5,9 miliardi
  • EBITA pari a € 292 milioni, riflette gli impatti del COVID-19
  • FOCF negativo per € 1,9 miliardi, risente dell’usuale stagionalità e parzialmente dal COVID-19

La pronta risposta al COVID-19 e la resilienza del business alla base della nuova Guidance 2020 (in assenza di ulteriori ondate pandemiche e conseguenti misure restrittive)

  • Ordini pari a € 12,5-13,5 miliardi
  • Ricavi pari a € 13,2-14 miliardi
  • EBITA pari a € 900-950 milioni
  • Il Gruppo si prefigge l’obiettivo di perseguire un FOCF pari a zero
  • Indebitamento Netto di Gruppo pari a ca. € 3,3 miliardi

Piena fiducia nei fondamentali e nei punti di forza nel medio-lungo periodo

  • Solido Portafoglio Ordini di € 36 miliardi
  • Prodotti e tecnologie asset rilevanti
  • Piena fiducia nei mercati e nei clienti
  • Supporto dei principali stakeholder

Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi oggi sotto la presidenza di Luciano Carta, ha esaminato e approvato all’unanimità i risultati del primo semestre 2020.

Leggi il Comunicato Stampa Integrale

COMUNICATO STAMPA

APPROVATA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2020

  • Perdita consolidata netta di 14,3 milioni di euro, rispetto alla perdita consolidata netta di 4,7 milioni di euro al 30 giugno 2019
  • Posizione finanziaria consolidata netta negativa pari a 466 milioni di euro rispetto a 678 milioni di euro al 30 giugno 2019 e 455 milioni di euro al 31 dicembre 2019
  • Patrimonio consolidato netto positivo pari a circa 132 milioni di euro rispetto a un patrimonio consolidato netto positivo di 138 milioni di euro al 30 giugno 2019 e per 147 milioni di euro al 31 dicembre 2019
  • Proseguono le attività connesse alla approvazione della Variante del progetto Milano Santa Giulia

INFORMATIVA MENSILE AI SENSI DELL’ART.114, COMMA 5, D.LGS. N. 58/98 aggiornamento al 30 giugno 2019

Il Consiglio di Amministrazione della Risanamento S.p.A., tenutosi il giorno 30 luglio 2020 sotto la presidenza del Dott. Claudio Calabi, ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020 che evidenzia i seguenti principali dati consolidati: 

Scarica il Comunicato Stampa Integrale

Fincantieri | Home Page

APPROVATI I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2020:

NESSUNA CANCELLAZIONE E CARICO DI LAVORO COMPLESSIVO RECORD DI QUASI 38 MILIARDI

Aggiornamento COVID-19

  • Nessuna cancellazione degli ordini
  • Slittamento del programma produttivo con conseguente flessione dei ricavi, a seguito del fermo delle attività
  • Prevista la consegna di tre navi da crociera durante la seconda parte dell’anno 2020 dai cantieri italiani
  • Graduale riavvio delle attività produttive a partire dal 20 aprile 2020 con contestuale implementazione di tutte le misure necessarie alla tutela della salute e sicurezza dei propri dipendenti e di quelli dell’indotto
  • Al 30 giugno la presenza di personale di produzione nei cantieri ha raggiunto circa il 90% dell’organico a regime

Risultati consolidati del primo semestre 2020                  

  • Ricavi al 30 giugno 2020 pari ad euro 2.369 milioni (euro 2.808 milioni al 30 giugno 2019)in flessione del 15,6% che risentono della perdita di valore della produzione nel semestre per circa euro 790 milioni
  • EBITDA pari ad euro 119 milioni (euro 227 milioni al 30 giugno 2019) con EBITDA margin del 5,0%(8,1% al 30 giugno 2019). L’EBITDA risente della mancata contribuzione di circa euro 65 milioni dovuta al fermo produttivo
  • Risultato del periodo adjusted negativo pari ad euro 29 milioni (euro 47 milioni al 30 giugno 2019)
  • Risultato del periodo negativo per euro 137 milioni (euro 12 milioni al 30 giugno 2019) al netto degli oneri connessi alla diffusione del COVID-19 per euro 114 milioni e ai contenziosi per danni da amianto per euro 23 milioni
  • Indebitamento finanziario netto[1] pari ad euro 980 milioni (euro 736 milioni al 31 dicembre 2019): riflette le dinamiche tipiche del capitale circolante relativo alla costruzione di navi da crociera accentuato dagli effetti COVID-19 con lo slittamento della consegna di una unità cruise prevista nel primo semestre e di parte degli incassi commerciali attesi nel periodo
  • Carico di lavoro complessivo[2] per 117 navi pari a euro 37,9 miliardi (euro 32,7 miliardi al 31 dicembre 2019), circa 6,5 volte i ricavi 2019: backlog di euro 28 miliardi con 92 unità in consegna fino al 2027 e soft backlog di euro 9,9 miliardi
  • Consegnate 10 navi da 7 stabilimenti diversi, tra cui 3 navi da crociera, 1 unità fishery e 1 nave militare
  • Prosecuzione della strategia di diversificazione con lo sviluppo, attraverso le diverse divisioni e società del Gruppo, dei business delle infrastrutture dell’elettronica e cyber security, della complete accomodation per il settore delle navi da crociera, e dei sistemi, componenti e servizi post-vendita (che hanno registrato solo nell’ultimo semestre un aumento di ricavi pari al 5.7%) ed in ambito commerciale attraverso l’aggiudicazione di ordini per il settore delle energie rinnovabili offshore (una unità SOV per la manutenzione di campi eolici marini), per il settore fishery (due innovative unità) e per il settore infrastrutture (ricostruzione del Porto di Rapallo) e la sottoscrizione di un accordo di partnership per lae progettazione e ricostruzione dello stadio “Renato Dall’Ara” (Bologna)


Altri eventi rilevanti                                                           

  • Fincantieri Marinette Marine prime contractor nel programma “FFG(X)”: vinto contratto di quasi USD 800 milioni per la progettazione e costruzione dell’unità capoclasse delle nuove fregate lanciamissili per la US Navy. Se esercitate, le opzioni per ulteriori 9 unità porteranno il valore del contratto a USD 5,5 miliardi
  • Completata in tempi record la struttura portante del nuovo ponte di Genova: concluso a fine aprile 2020 il varo in quota delle 19 campate
  • JV Naviris: firmato il primo contratto di ‘Research and Technology’ con OCCAR per cinque progetti di ricerca
  • Impegno verso la sostenibilità rinnovato con l’aggiornamento del Piano di Sostenibilità 2018 – 2022 e riconosciuta la dedizione del Gruppo nel relativo ambito:
  • Esteso l’accordo con Eni per iniziative in ambito di decarbonizzazione ed economia circolare
  • Ottenuto rating B da CDP[3] per l’impegno nella lotta al cambiamento climatico. Posizionamento nel range più alto della classifica di Vigeo Eiris[4], al primo posto fra i suoi peer di riferimento

***

Roma, 30 luglio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di FINCANTIERI S.p.A. (“Fincantieri” o la “Società”), riunitosi sotto la presidenza di Giampiero Massolo, ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2020, redatta in conformità ai principi contabili internazionali (IFRS).

Leggi il Comunicato Stampa Integrale

 

In miglioramento tutti gli indicatori nonostante l’emergenza covid-19; accelerano gli investimenti nel periodo maggio-luglio; ricavi a 1.183,1 milioni di euro (1.097,8 milioni nel 1H19, +7,8%); EBITDA a 876,0 milioni di euro (846,2 milioni nel 1H19, +3,5%); utile netto di Gruppo del periodo a 377,5 milioni di euro (366,6 milioni nel 1H19, +3,0%); investimenti a 428,0 milioni di euro (396,3 milioni nel 1H19, +8,0%); indebitamento finanziario netto a 8.846,4 milioni di euro (8.258,6 milioni di euro al 31 dicembre 2019)

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale Stefano Donnarumma ha illustrato i risultati del primo semestre 2020, esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione di Terna S.p.A. (“Terna”), riunitosi oggi sotto la presidenza di Valentina Bosetti.

RISULTATI ECONOMICO-FINANZIARI CONSOLIDATI DEL 1° SEMESTRE 2020

Nel corso del semestre Terna ha fatto registrare un miglioramento di tutti gli indicatori nonostante l’emergenza Covid-19. In particolare, nonostante il periodo di lockdown, a partire dalla fase 2 dell’emergenza sanitaria il Gruppo ha fortemente accelerato le attività realizzative, con particolare impulso nei mesi di giugno e luglio.

ricavi del primo semestre 2020, pari a 1.183,1 milioni di euro, registrano un aumento di 85,3 milioni di euro (+7,8%) rispetto al corrispondente periodo del 2019. Tale risultato è dovuto prevalentemente alla crescita delle Attività Regolate, unita al contributo delle Attività Non Regolate che riflettono in particolare l’apporto derivante dall’integrazione di Brugg Kabel AG. Nel secondo trimestre dell’anno i ricavi sono cresciuti del 9,8% a 615,6 milioni di euro (560,8 milioni nello stesso periodo dell’anno precedente).

Leggi il Comunicato Stampa Integrale