APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2018: RICAVI ED EBITDA IN CRESCITA, CARICO DI LAVORO COMPLESSIVO PARI A EURO 27,7 MILIARDI

 Risultati in linea con gli obiettivi del Piano Industriale 2018-2022: ricavi al 31 marzo 2018 in incremento dell’11% rispetto al medesimo periodo del 2017, EBITDA margin 7,3% in aumento del 22% rispetto al 31 marzo 2017 (6,0%)

 Carico di lavoro complessivo

 di euro 27,7 miliardi e pari a quasi 5,5 anni di lavoro se rapportato ai ricavi del 2017: il backlog al 31 marzo 2018 è pari a euro 21,8 miliardi (euro 20,8 miliardi al 31 marzo 2017) con 104 navi in portafoglio e il soft backlog di circa euro 5,9 miliardi (circa euro 5,8 miliardi al 31 marzo 2017)

 Importanti conferme commerciali nel trimestre per quanto riguarda le navi da crociera: accordo con Viking per la costruzione di ulteriori 6 navi su un nuovo progetto con l’evoluzione delle caratteristiche di successo delle navi attualmente in costruzione. Firmato da VARD il contratto per la progettazione e costruzione di due ulteriori navi da crociera di lusso di piccole dimensioni per l’armatore francese PONANT. VARD, inoltre, ha firmato una lettera di intenti per la progettazione e la costruzione di due navi expedition cruise per Viking, più altre due in opzione

 La Ship Repair and Conversion della divisione Services di Fincantieri e il Gruppo Grimaldi hanno firmato il contratto per il programma di allungamento e trasformazione dei cruise ferry “Cruise Roma” e “Cruise Barcelona”, unità costruite da Fincantieri nel cantiere di Castellammare di Stabia

 Prosegue la buona performance operativa, con la consegna della Carnival Horizon

 Indebitamento finanziario netto2 pari ad euro 446 milioni (euro 314 milioni al 31 dicembre 2017). La variazione è frutto della dinamica finanziaria del business Cruise, caratterizzata dalla significativa crescita dei volumi di produzione, nonché dall’incasso della rata finale relativa ad un’unità consegnata nel periodo

* * *

Roma, 7 maggio 2018 - Il Consiglio di Amministrazione di FINCANTIERI S.p.A. (“Fincantieri” o la “Società”), riunitosi sotto la presidenza di Giampiero Massolo, ha esaminato e approvato le informazioni finanziarie intermedie al 31 marzo 2018 3 . A margine della riunione del Consiglio Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri, ha commentato: “I risultati del primo trimestre 2018 rappresentano una prima conferma delle linee di sviluppo identificate nel Piano industriale che abbiamo presentato a fine marzo e sono in continuità con la crescita registrata nel biennio precedente. Con volumi produttivi e marginalità ancora in crescita, la nostra società evidenzia nuovamente la propria capacità di creare valore pur operando in un settore estremamente complesso”. Bono ha poi concluso: “Forti di questo incoraggiante primo passo, proseguiamo nel percorso di crescita che ci vedrà protagonisti della cantieristica mondiale negli anni a venire.” LEGGI TUTTO

SCARICA Resoconto Intermedio di Gestione al 31.03.2018

Comunicato Stampa ai sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche

APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI DEL TERZO TRIMESTRE DEL 2017:

  • RICAVI PARI A €50,9 MLN, IN CRESCITA DEL 7%1 SU BASE ANNUA (€47,7 MLN NEI PRIMI 9 MESI DEL 2016)
  • MOL2 A €9,8 MLN, IN AUMENTO DEL 19% SU BASE ANNUA E CON UNA MARGINALITA’ SUI RICAVI PARI AL 19% (€8,2 MLN E 17% NEI 9M DEL 2016)
  • RISULTATO OPERATIVO A €5,0 MLN, CON UN’INCIDENZA SUI RICAVI DEL 10% (€3,2 MLN E 7% NEI 9M DEL 2016)
  • UTILE NETTO DI €2,1 MLN (€ 0,2 MLN NEI 9M DEL 2016)
  • POSIZIONE FINANZIARIA NETTA AL 30 SETTEMBRE 2017 PARI A -€24,5 MLN (-€29,5 MLN AL 31/12/2016)
  •  DELIBERE RELATIVE AL PERFEZIONAMENTO DELLA VENDITA DELLA PARTECIPAZIONE DI CONTROLLO DELLA SOCIETA’ DETENUTA DA LIBERO ACQUISITION S.à R.L. A DALI ITALY BIDCO S.p.A. DIMISSIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE E DI ALTRI CINQUE CONSIGLIERI DELIBERE RELATIVE AI PIANI DI STOCK OPTION 2014-2016 E 2017-2019 COOPTAZIONE DI SEI CONSIGLIERI E NOMINA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Firenze, 15 novembre 2017 – Il Consiglio di Amministrazione di DADA S.p.A., società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana, a capo di un gruppo leader europeo nell’offerta di servizi per la digitalizzazione, la presenza e la visibilità in rete delle PMI, ha approvato in data odierna la relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2017. (leggi tutto in PDF)

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017

Comunicato stampa ai sensi del Regolamento Consob n. 11971/99

Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017

Vimercate (Monza Brianza), 14 novembre 2017 - Si rende noto che il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2017, approvato dal Consiglio di Amministrazione, è stato depositato, a disposizione di chiunque ne faccia richiesta, presso la sede sociale in Vimercate (MB), Via Energy Park n. 20, nonché pubblicato presso il meccanismo di stoccaggio eMarket Storage all’indirizzo www.emarketstorage.com. Il documento è altresì consultabile sul sito internet della Società www.esprinet.com, sezione Investor Relations. Interim management statement as at 30 September 2017 Vimercate (Monza Brianza), 14 November 2017 - Esprinet informs that the Group Interim management statement as at 30 September 2017, approved by the Board of Directors of Esprinet, is available to the public at the company headquarter Vimercate, via Energy Park n. 20 and on the storage system eMarket Storage on the internet address www.emarketstorage.com. It is also available on the company web site, www.esprinet.com, Investor Relations section.

Scarica:

- Comunicato Stampa approvazione Resoconto intermedio di Gestione al 30 settembre 2017

- Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2017

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2017

Si comunica che, il Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017 è a disposizione del pubblico presso la sede sociale in Milano, Via Ignazio Gardella n. 2, sul meccanismo di stoccaggio “eMarket STORAGE” “(www.emarketstorage.com) nonché sul sito internet della società www.vittoriaassicurazioni.com – sezione Investor Relations.

Milano, 15 novembre 2017

Scarica:

- Comunicato stampa approvazione Resoconto intermedio di gestione al 30 settembre 2017

- Resoconto intermedio di Gestione al 30 settembre 2017

COMUNICATO STAMPA

Milano, 14 novembre 2017

FATTURATO E UTILE NETTO IN MARCATA CRESCITA RISPETTO AL Q3 2016. FORTE GENERAZIONE DI CASSA OPERATIVA NEL TRIMESTRE CORRENTE E CONSEGUENTE MIGLIORAMENTO DELLA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA

• Fatturato consolidato a 52,5 milioni di euro, in crescita (+26,6%) rispetto a 41,5 milioni di euro del Q3 2016 • Fatturato complessivo di Gruppo a 56,3 milioni di euro, in crescita del 27,9% rispetto a 44 milioni di euro del Q3 2016 • Utile industriale lordo consolidato pari a 23 milioni di euro, in crescita del 18,9% rispetto a 19,3 milioni di euro nel Q3 2016 • Utile operativo consolidato pari a 7,8 milioni di euro, in crescita del 25,5% rispetto a 6,2 milioni di euro del Q3 2016 • EBITDA consolidato pari a 9,8 milioni di euro, in crescita del 16% rispetto a 8,5 milioni di euro nel Q3 2016 • Utile netto consolidato pari a 5,9 milioni di euro, in forte crescita (+62%) rispetto 3,6 milioni di euro nel Q3 2016 • Posizione finanziaria netta pari a -26,3 milioni di euro, in marcato miglioramento rispetto al 30 giugno 2017

Il Consiglio di Amministrazione di SAES Getters S.p.A., riunito oggi a Lainate (MI), ha approvato i risultati consolidati relativi al terzo trimestre 2017 (1 luglio – 30 settembre). “I risultati del trimestre sono in linea con le nostre attese e mostrano il miglioramento di tutti gli indicatori economici e finanziari, malgrado un leggero calo del fatturato rispetto ai trimestri precedenti, che verrà ampiamente recuperato nell’ultimo quarter dell’esercizio” – ha dichiarato l’Ing. Massimo della Porta, Presidente di SAES Getters S.p.A. “Il 2017 è un anno di forti soddisfazioni e guardiamo al 2018 con altrettanta fiducia, malgrado la recente inversione del cambio euro-dollaro potrebbe influenzare l’esercizio”. Nel terzo trimestre 2017 il Gruppo SAES® ha realizzato un fatturato netto consolidato pari a 52,5 milioni di euro, in crescita del 26,6% rispetto al dato del corrispondente periodo 2016 (41,5 milioni di euro), nonostante l’effetto penalizzante dei cambi (pari a -5,3% e dovuto quasi esclusivamente alla svalutazione del dollaro). La crescita organica del periodo è pari a +25,1%, trainata principalmente dal settore della purificazione dei gas e dalle nuove produzioni nel business Electronic Devices.

La variazione del perimetro di consolidamento, correlata all’acquisizione di Metalvuoto S.p.A., è pari a +6,8%. Il fatturato complessivo di Gruppo , ottenuto includendo anche la quota parte del fatturato delle joint venture, è pari a 56,3 milioni di euro, in crescita del 27,9% rispetto a 44 milioni di euro nel terzo trimestre 2016, grazie sia all’incremento del fatturato consolidato (+26,6%), sia alla crescita delle vendite della joint venture Actuator Solutions (+47,8%).

L’utile industriale lordo consolidato2 nel terzo trimestre dell’esercizio 2017 è pari a 23 milioni di euro, in crescita del 18,9% rispetto a 19,3 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2016.

La crescita è principalmente imputabile all’aumento dei ricavi, mentre la marginalità lorda (passata da 46,5% nel terzo trimestre 2016 a 43,7% nel periodo corrente), è in diminuzione, principalmente per effetto della diluizione conseguente al consolidamento della neo Gruppo SAES  acquisita Metalvuoto S.p.A., oggi ancora caratterizzata da una struttura di costi variabili di produzione diversa rispetto al perimetro tradizionale del Gruppo (maggiore incidenza dei costi per materie prime). L’utile operativo consolidato del trimestre è pari a 7,8 milioni di euro, in crescita del 25,5% rispetto a 6,2 milioni di euro nel corrispondente periodo dell’anno precedente, grazie alla crescita dei ricavi, che ha più che compensato l’incremento delle spese G&A (maggiori stanziamenti per compensi variabili, correlati ai migliori risultati).

La marginalità operativa è stabile (da 15% a 14,9%), grazie alla minore incidenza delle spese operative sul fatturato. L’EBITDA consolidato è pari a 9,8 milioni di euro (18,7% in termini percentuali sul fatturato) nel terzo trimestre 2017, in crescita del 16% rispetto a 8,5 milioni di euro (20,5% del fatturato consolidato) nello stesso periodo del 2016, principalmente trainato dalla crescita del fatturato nella Business Unit Industrial Applications.

La diminuzione percentuale è invece principalmente imputabile al già citato effetto diluitivo di Metalvuoto S.p.A., oltre che all’incremento delle spese G&A. L’utile netto consolidato del terzo trimestre 2017 è pari a 5,9 milioni di euro (11,1% dei ricavi consolidati), rispetto a un utile netto di 3,6 milioni di euro (8,7% dei ricavi consolidati) nel terzo trimestre 2016. La posizione finanziaria netta consolidata al 30 settembre 2017 è negativa per -26,3 milioni di euro, in marcato miglioramento rispetto a -33,6 milioni di euro al 30 giugno 2017, grazie alla generazione di cassa operativa. Per ulteriori dettagli si rimanda alle successive sezioni del presente comunicato

SCARICA COMUNICATO STAMPA IN PDF

1.Per fatturato complessivo s’intende il fatturato ottenuto valutando con il metodo proporzionale, anziché con il metodo del patrimonio netto, le società a controllo congiunto facenti parte del Gruppo, ossia Actuator Solutions (50%), SAES RIAL Vacuum S.r.l. (49%) e Flexterra (33,79%). 2 Calcolato come differenziale tra fatturato netto e costi industriali direttamente e indirettamente imputabili ai prodotti venduti. Calcolata come rapporto tra l’utile industriale lordo e il fatturato netto consolidato.