Stampa
Visite: 4909

GRUPPO BOERO: approvati i dati del Primo semestre 2016

Il Consiglio di Amministrazione della capogruppo Boero Bartolomeo S.p.A. ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2016.

Ricavi operativi consolidati a 47,1 milioni di euro (vs 50,2 milioni di euro nel primo semestre 2015); risultato operativo di 2,4 milioni di euro (vs 2,9 milioni di euro nel primo semestre 2015); risultato operativo al netto delle componenti non ricorrenti di 3 milioni di euro (vs 3,1 milioni di euro nel primo semestre 2015); utile netto a 1,1 milioni di euro (vs 1,6 milioni di euro nel primo semestre 2015). Posizione finanziaria netta in miglioramento: -34,1 milioni di euro al 30/6/2016 contro i -40,5 milioni di euro al 30/6/2015.

Il Consiglio di Amministrazione di Boero Bartolomeo S.p.A. - leader nell’industria delle vernici per l’Edilizia e il Mare e quotato al Mercato Telematico della Borsa italiana S.p.A. - presieduto da Andreina Boero ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2016 che evidenzia i seguenti andamenti. Ricavi operativi consolidati a 47,1 milioni di euro rispetto ai 50,2 milioni di euro del primo semestre 2015, risultato operativo a 2,4 milioni di euro rispetto ai 2,9 milioni di euro del primo semestre 2015, risultato operativo al netto delle componenti non ricorrenti pari a 3 milioni di euro sostanzialmente in linea rispetto ai 3,1 milioni di euro del primo semestre 2015; utile netto per 1,1 milioni di euro rispetto ai 1,6 milioni di euro del primo semestre 2015.

Scendendo nell’analisi dei risultati il conto economico consolidato del periodo gennaio-giugno 2016 del Gruppo Boero Bartolomeo S.p.A. evidenzia ricavi operativi pari a 47,1 milioni di euro, (- 6,1%) rispetto al primo semestre 2015 (50,2 milioni di euro) per effetto dell’andamento delle vendite in flessione nei settori Edilizia e Mare in cui il Gruppo opera. In particolare l’andamento delle vendite del settore Edilizia ha risentito della prolungata crisi del settore delle costruzioni e delle difficoltà che hanno appesantito la nazione nel primo semestre 2016 oltre che delle politiche di selezione della clientela che hanno per contro portato a risultati positivi in termini di posizione finanziaria netta. Il risultato operativo (differenza tra ricavi e costi operativi) del primo semestre 2016 è pari a 2,4 milioni di euro con un’incidenza delle componenti negative non ricorrenti pari a 566 mila euro, iscritte alla voce “costo del personale”.

Al netto delle componenti operative non ricorrenti, il risultato operativo risulta pari a 3 milioni di euro - in modesta riduzione rispetto al risultato operativo al netto delle componenti non ricorrenti conseguito nel primo semestre 2015 pari a 3,1 milioni di euro - per effetto del fatturato in flessione rispetto al primo semestre 2015, della conseguente riduzione dei costi variabili collegati al fatturato e del contenimento dei costi fissi perseguito dal management. Per effetto di tali attività, l’utile netto del Gruppo per il primo semestre 2016 è stato di 1,1 milioni di euro rispetto all’1,6 milioni di euro nel primo semestre 2015.

L’indebitamento finanziario netto del Gruppo, pari a 34,1 milioni di euro al 30/6/2016, evidenzia un miglioramento rispetto ai 40,5 milioni di euro al 30/6/2015 e un peggioramento rispetto al 31/12/2015 (indebitamento finanziario netto di 31,1 milioni di euro). Quest’ultima variazione è data dagli effetti stagionali sulle vendite che determinano, a livello finanziario e patrimoniale del Gruppo, un incremento del valore delle rimanenze, dei crediti e dei debiti di natura commerciale e del valore dell’indebitamento. Il confronto con la situazione finanziaria e patrimoniale al 30 giugno 2015, che permette di meglio isolare l’effetto della stagionalità, evidenzia un miglioramento significativo dell’indebitamento netto, con una riduzione dell’indebitamento netto di 6,3 milioni di euro. La variazione positiva deriva dal miglioramento della posizione finanziaria della Capogruppo e discende in particolare dal miglioramento del capitale circolante netto (-4 milioni di euro) con riferimento soprattutto alle voci delle rimanenze e dei crediti commerciali.

Come già comunicato, dopo la chiusura del semestre, in data 11 luglio 2016, è stata perfezionata la vendita dei lotti 2 e 4 dell’area ex stabilimento Boero di Genova-Molassana da parte della controllata Immobiliare Genova MolassanaNuova S.p.A con ricavi per 5,1 milioni di euro oltre a Iva che avrà benefici sulla posizione finanziaria del Gruppo nel secondo semestre del corrente esercizio. A livello previsionale, pur nella difficoltà di determinare l’andamento delle vendite nei prossimi mesi dato il contesto generale ancora instabile, il risultato lordo consolidato della gestione corrente del Gruppo e della Capogruppo per il 2016 è previsto in utile. Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Giampaolo Iacone, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili. Si rende noto che Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2016 e la relazione sul bilancio semestrale abbreviato al 30 giugno 2016 rilasciata dalla Società di revisione legale saranno disponibili nei modi e nei termini di legge presso la sede legale della Società e consultabili sul meccanismo di stoccaggio autorizzato 1Info (www.1info.it) e sul sito internet www.boerobartolomeo.it, sezione Pubblicazioni finanziarie, Relazioni semestrali.

Il Consiglio di Amministrazione della Società ha stabilito di non pubblicare il resoconto intermedio di gestione relativo al terzo trimestre dell’esercizio. Le modifiche legislative in vigore in Italia dal 18 marzo 2016 recepiscono gli emendamenti della Direttiva UE Transparency, eliminando l’obbligo di comunicazione dei dati trimestrali al mercato. In attesa di chiarimenti sul quadro regolamentare, la decisione di assecondare tale variazione normativa allinea la divulgazione dei risultati del Gruppo a quella di altri emittenti europei. Il Gruppo manterrà la divulgazione integrale dei risultati economico-finanziari su base annuale e semestrale, che meglio rappresentano l’evoluzione del business in relazione al perseguimento delle strategie aziendali su un più ampio orizzonte temporale. Allegati al comunicato stampa: Situazione patrimoniale finanziaria consolidata al 30 giugno 2016-Attivo, Situazione patrimoniale finanziaria consolidata al 30 giugno 2016-Passivo, Conto Economico consolidato per il semestre chiuso al 30 giugno 2016, Conto Economico complessivo consolidato per il semestre chiuso al 30 giugno 2016, Rendiconto Finanziario consolidato al 30 giugno 2016, Prospetto delle variazioni del Patrimonio Netto consolidato al 30 giugno 2016, coincidenti con gli schemi riportati nel bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30 giugno 2016 del Gruppo Boero Bartolomeo S.p.A..

NOTA Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali. Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali stime, aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di rischiosità ed incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro. I risultati effettivi potrebbero pertanto differire da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori (inclusi cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, andamenti dei prezzi delle materie prime, mutamenti della normativa e del contesto ambientale e istituzionale, e molti altri fattori al di fuori del controllo del Gruppo).