Stampa
Visite: 65

APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2019

09 MAGGIO 2019

APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2019: RICAVI IN CRESCITA DEL 13%, ORDINI PER EURO 6,5 MILIARDI CON 11 NAVI DA CROCIERA, CARICO DI LAVORO COMPLESSIVO ANCORA A LIVELLI RECORD PARI A EURO 34,3 MILIARDI

 

 

  • Ordini acquisiti per euro 6,5 miliardi, record storico di ordini nell’ambito cruise: firmati contratti per 11 navi da crociera in un solo trimestre per 5 brand diversi (Oceania, Regent Seven Seas Cruises, Viking, MSC, Princess), che si sommano all’ordine per una ulteriore unità da parte della US Navy nell’ambito del programma Littoral Combat Ship (LCS)
  • Carico di lavoro complessivo[1] pari ad euro 34,3 miliardi, circa 6,3 volte i ricavi del 2018: il backlog al 31 marzo 2019 è pari a euro 30,7 miliardi (euro 21,8 miliardi al 31 marzo 2018) con 104 navi in portafoglio e il soft backlog a circa euro 3,6 miliardi (circa euro 5,9 miliardi al 31 marzo 2018). Fincantieri consolida ulteriormente la propria leadership a livello mondiale e assicura al Gruppo e all’indotto visibilità pluriennale confermando la propria capacità di trasformare il soft backlog in ordini fermi
  • Ricavi in incremento del 13,0%: ricavi al 31 marzo 2019 pari a euro 1.385 milioni (euro 1.226 milioni al 31 marzo 2018)
  • Risultati di Gruppo: EBITDA pari a euro 90 milioni (euro 89 milioni al 31 marzo 2018), EBITDA margin 6,5% (7,3% al 31 marzo 2018), indebitamento finanziario netto[2] pari ad euro 505 milioni (euro 494 milioni al 31 dicembre 2018)
  • Consegnate 8 navi nel trimestre, tra cui due navi da crociera “Viking Jupiter” e “Costa Venezia” – la prima nave della compagnia italiana progettata appositamente per il mercato cinese – e una nave militare per la US Navy
  • Inaugurato lo stabilimento di Fincantieri Infrastructure e tagliata la prima lamiera del ponte sul fiume Polcevera
  • Continua l’impegno del Gruppo in ambito sostenibilità: il neo-eletto Consiglio di Amministrazione supera i requisiti normativi di rappresentatività di genere, avendo una equa rappresentanza dei generi maschile e femminile.

Leggi il Comunicato Stampa Integrale